Compravendere sempre la stessa azione decine di volte è il miglior modo per andare in rovina.

Il trading sequenziale è ciò che rovina la maggior parte dei traders o investitori.

Uno degli errori più comuni che vedo fare dalla maggior parte dei traders  o investitori è quello di compravendere decine e  decine di volte il titolo azionario per cui si è andati “in fissa”.

Ogni traders o investitore ha un titolo per cui è “in fissa” e non lo molla.

Il problema è che ti è stato detto più e più volte che i mercati finanziari e quindi le azioni e i cambi di valuta sono ciclici e questo è vero solo in parte.

SE PRENDI UN TITOLO AZIONARIO E TI METTI PERSONALMENTE AD ANALIZZARLO SCOPRI CHE NON C’E’ NULLA DI CICLICO COME TI HANNO DETTO

Prova ad  investire sulla ciclicità di un titolo azionario e scoprirai non solo che non è ciclico ma soprattutto scoprirai di aver perso un sacco di soldi.

Se guardi questo andamento di prezzo puoi vedere che non si ripete più e più volte allo stesso identico modo come ti hanno detto, quindi non puoi prevedere il futuro in base al passato, quindi se lo farai perderai soldi.

Concentrarsi solo su un titolo azionario o cambio di valuta per comprare quando scende e vendere quando sale non è una strategia di trading ma è una ricetta per il fallimento.

Vedo traders e investitori fare la media al ribasso, cioè comprare quando il prezzo crolla,  poi comprare ancora quando crolla di più e comprare ancora quando crolla ancora…

Il problema è che il prezzo non risale più per mesi e si rimane col cerino acceso in mano!

I TITOLI AZIONARI E I CAMBI DI VALUTA NON HANNO CICLICITA’ PERCHE’ A DECIDERE LA SALITA E LA DISCESA DEL PREZZO SONO GLI UOMINI CHE  FANNO AFFARI E NON I SOFTWARE

Quando mi propongono  l’acquisto di un software di segnali di trading  mi viene da ridere perché se non avessi lavorato in una Banca d’Affari e se non fossi Analista Finanziario Certificato Associazione Italiana Analisti Finanziari non saprei che è l’uomo che muove  i prezzi non l’universo.

Ipotizziamo che un titolo azionario sia ciclico e il software ti abbia detto di acquistare in base alla ciclicità, fin qui tutto bene! Il problema è che alla Banca che possiede 500 milioni di euro di quel titolo azionario interessa  poco del tuo software e della tua ciclicità e proprio nel momento in cui tu hai acquistato le tue 1.000€ decida di vendere i suoi 500 milioni di euro di azioni.

Sai cosa  succede mio caro?

Che il titolo crolla e la ciclicità prevista dal tuo software e le tue 1.000€ vanno in fumo!

LE STRATEGIE USATE DAI MARKET MAKER NON SUBISCONO DANNI PERCHE’ SONO PROTETTE DA UN SISTEMA CHE DEVE PORTARE  A GUADAGNI MAGGIORI DELLE PERDITE ANCHE IN CASO DI VENDITE COLOSSALI E RIBASSI NON CONTROLLATI

Quindi se ho un blocco alla perdita ed ho investito al  rialzo uscirò con una piccola perdita minore dei guadagni ed il titolo azionario può anche  continuare  a  crollare.

Se invece non controllo le perdite, come farò a recuperare questa perdita? E’ quasi impossibile! Giusto?

Quanti altri investimenti in positivo dovrei fare per recuperare questa perdita? Diventa  anche scoraggiante!

ECCO PERCHE’ NON SI PUO’ CERCARE DI PRENDERE TUTTE LE INVERSIONI DI  PREZZO DELLO STESSO TITOLO, SI VA VERSO LA MORTE FINANZIARIA

Se non si sa come capire se il prezzo di un titolo è in tendenza positiva, se non si sa come perdere  meno di quanto si guadagna, è inutile investire “a caso”.

Poi arrivano le grandi perdite e ci si chiede se sia possibile fare l’impossibile!

La colpa qui non è mai del mercato, dell’azione,  del cambio di valuta, della strategia, del broker, della banca o dell’intermediario, è semplicemente di chi fa gli investimenti.

Se non si hanno i risultati che si vogliono è perché si stanno facendo  delle azioni diverse dal mantenere le perdite minori dei guadagni.